aprire un b&b in Trentino

Alcune utili informazioni su come poter aprire un Bed&Breakfast in Trentino

Che cos’è un Bed & Breakfast?

Bed & Breakfast significa letteralmente “letto e colazione” , una tipologia ricettiva nata in Italia nell’anno 2000. Si tratta i un servizio, originariamente tipicamente anglosassone, in cui una famiglia fornisce ospitalità in una o più stanze, con o senza bagno, all’interno della casa di residenza o domicilio, offrendo al mattino una sostanziosa colazione.
In Trentino, la tipologia ricettiva B&B (extra alberghiero) è nata dal desiderio di recuperare il concetto di ospitalità saltuaria in famiglia, a contatto con la vita degli abitanti del luogo.

Quali sono i requisiti strutturali di un B&B?

Non è necessario disporre di una casa pensata ad hoc per ospitare degli ospiti paganti.
La famiglia potrà realizzare un B&B nella propria casa di residenza o di domicilio, di proprietà o in affitto. Il gestore dovrà risiedere in un comune della provincia di Trento.
I servizi igienici, potranno essere riservati alla camera o in comune con la famiglia.
I locali destinati all’alloggio non comportano un cambio di destinazione d’uso dell’abitazione. L’abitazione dovrà possedere i requisiti igienico-sanitari e di sicurezza previsti dalle leggi e dai regolamenti comunali per i locali di civile abitazione.

Quali sono i servizi che un B&B deve garantire?

La normativa indica come obbligatori i seguenti servizi:
la camera e la colazione;
la pulizia quotidiana dei locali;
la fornitura e il cambio periodico della biancheria, compresa quella da bagno;
la fornitura di energia elettrica, di acqua calda e di riscaldamento dei locali.

Un B&B quante stanze da letto può avere?

E’ consentito l’utilizzo fino ad un massimo di quattro camere. Vi potranno quindi essere B&B con una, due, tre o quattro camere per gli ospiti, secondo le condizioni strutturali e la capacità di gestione della famiglia.

Per quanti giorni all’anno si può svolgere l’attività di B&B?

L’apertura della struttura dovrà essere garantita per almeno sessanta giorni all’anno (anche non consecutivi).

Per colazione si posso servire cibi manipolati o solo confezionati?

La normativa consente di offrire cibi e bevande manipolati nel servizio di prima colazione (torte, biscotti, pane ed altri alimenti cucinati in casa dal gestore) solamente dopo aver frequentato un programma di formazione in materia di igiene nella manipolazione degli alimenti (HACCP). Il certificato che attesta il possesso dei requisiti previsti dal regolamento di esecuzione della legge provinciale 7/2002 che certifica, a seguito di verifica, l’acquisizione delle nozioni trasmesse, dovrà essere trasmesso al comune competente.
La normativa prevede inoltre che, nelle strutture che servono alimenti manipolati, l’ospite sia messo nella condizione di segnalare alle autorità competenti, in riferimento al servizio di prima colazione, eventuali condizioni igieniche carenti e/o di rischio dal punto di vista alimentare; per questo motivo è obbligatorio rendere disponibile all’ospite il modulo di reclamo predisposto dal Servizio Turismo.
Resta sempre garantita la possibilità di servire una colazione a base di bevande calde (caffè, thè, latte ecc.) e di prodotti confezionati provenienti da esercizi alimentari o da produttori autorizzati dal punto di vista igienico-sanitario.

Dove posso fare il corso HACCP?

L’Associazione Bed & Breakfast di Qualità in Trentino organizza un corso formativo HACCP GRATUITO per i propri soci.

A chi si deve comunicare l’apertura del B&B?

L’inizio di attività dovrà essere comunicata telematicamente (SUAP) al comune territorialmente competente. Lo svolgimento dell’attività di Bed & Breakfast è subordinato alla presa d’atto da parte del comune.
A sua volta il comune competente trasmetterà copia della segnalazione certificata di inizio attività, all’Apt locale o al Consorzio Pro Loco e al Servizio Turismo della Provincia per gli usi consentiti.
Qualora nel corso del tempo ci dovessero essere delle variazioni: il numero delle camere, dei posti letti, dei servizi igienici, certificato HACCP, chiusura attività, si dovrà darne comunicazione al comune di appartenenza (invio telematico SUAP).

SUAP, di che cosa si tratta?

Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). Si tratta di una piattaforma informatica che permette l’invio di tutte le domande e le comunicazioni relative alle attività produttive, quali apertura di nuove attività e variazioni di attività esistenti .
In provincia di Trento il SUAP telematico è diventato operativo dal 3 marzo 2014.
Il gestore del B&B dovrà attivare una firma digitale e successivamente delegare un tecnico abilitato (es. un commercialista) all’invio telematico della pratica di inizio, variazione, chiusura di attività.
IL socio B&B di Qualità potrà accedere ad un servizio convenzionato ASAT, in questo caso non è necessaria la firma digitale.

Ci sono altri obblighi per il gestore di B&B?

Chi esercita l’attività di Bed & Breakfast è tenuto a comunicare all’Autorità di Pubblica Sicurezza l’arrivo di ogni ospite entro le 24 ore dal momento del check-in. Tale comunicazione deve essere effettuata esclusivamente on line (informazioni presso la questura di Trento per l’attivazione del softwear gestionale Web Alloggiati).

Un ulteriore adempimento riguarda la rilevazione statistica delle presenze tramite invio telematico dei moduli C59 ISTAT al Sistema Turistico provinciale. Il Socio B&B di Qualità potrà installare ad un prezzo convenzionato un gestionale per l'invio telematico dei dati degli ospiti con un solo clic alla Questura e al Servizio Statistica della PAT.

Comunicazione di inizio attività all’ente di gestione e raccolta dei rifiuti del proprio ambito territoriale.

Pagamento Canone RAI Speciale per i possessori di TV in camera o nei luoghi comuni del B&B.

Pagamento dei Diritti SIAE se possessori di TV, radio o altri apparecchi che permettono l’ascolto di musica. Il socio B&B di Qualità potrà accedere della convenzione riservata ASAT.

Per gestire un B&B devo aprire P.IVA?

Dal punto di vista fiscale l’attività di B&B, realizzata in modo saltuario e con la sola organizzazione familiare, non costituisce attività d’impresa; tuttavia è opportuno rilasciare all’ospite una ricevuta (non fiscale), redatta in duplice copia, che sarà numerata progressivamente (01, 02, ecc…) con l’indicazione della data del pagamento. Il socio B&B di Qualità potra partecipare al corso di formazione GRATUITO sulla gestione fiscale del B&B.

Chi stabilisce i prezzi delle camere?

I prezzi massimi sono stabiliti liberamente dal gestore è decaduto l’obbligo di comunicazione al Servizio Turismo.

Chi vigila sul rispetto della normativa vigente per l’attività di B&B?

Il comune territorialmente competente nonché il Servizio Turismo della Provincia Autonoma di Trento.

Per informazioni:

SERVIZIO TURISMO PAT – Ufficio promozione territoriale e ricettività turistica
Via Romagnosi, 9 – 38122 Trento
tel. 0461 496536
ufficio.promozionericettivita@provincia.tn.it
posta certificata:serv.turismo@pec.provincia.tn.it

Segreteria B&B di Qualità c/o ASAT, Via Degasperi, 77 - 38123 Trento. Orario degli uffici dal Lun al Ven 9:00-12:00/ 14:00-17:30 - Tel. 0461 923666

Rappresentante Legale B&B di Qualità in Trentino Daniela Dalbosco cel. 348 7257103

 

Login utente

Dimenticato la password?